Dr. Sergio Formentelli
GNATOLOGIA

GNATOLOGIA

IMPLANTOLOGIA

IMPLANTOLOGIA

ORTODONZIA

ORTODONZIA

ORTODONZIA

GRINDCARE

uno

ALTRI ARGOMENTI

Dr. Sergio Formentelli

La nostra metodologia di lavoro


Ortodonzia funzionale e ortodonzia meccanica. Ecco come lavoriamo.

L'ortodonzia "tradizionale" distingue fra apparecchi fissi e apparecchi mobili.

Spesso i genitori (anche sotto consiglio di impreparati dentisti) preferiscono attendere la perdita dei denti da latte per mettere l'apparecchio fisso che funziona anche se il piccolo paziente è poco collaborativo.

 

Sbagliato.

Sgombriamo il campo da tutte le idee preconcette e ripartiamo da zero.

La divisione netta è fra ortodonzia FUNZIONALE e ortodonzia MECCANICA.

 

Schematicamente,l'ortodonzia funzionale sposta l'osso, si fa prima dell'età dello sviluppo in dentatura mista, e si avvale di dispositivi mobili, l'ortodonzia meccanica sposta i denti, si avvale di dispositivi fissi e si fa un dentatura permanente.

Apparecchi fissi e mobili non sono quindi intercambiabili, svolgono funzioni differenti.

 

Molto spesso i problemi nascono da una discrepanza ossea che condiziona la posizione dei denti.

E' quindi estremamente importante guidare una corretta crescita dento-facciale con dei dispositivi funzionali.

 

L'etè migliore è quella più precoce possibile, anche verso i 4-5 anni se il bambino collabora.

Verso i 10 anni è già un pò tardi per correggere l'osso, ma siamo ancora in tempo: occorre fare in fretta, però.

Dopo lo sviluppo non si potrà più fare, e ci si dovrà accontentare di spostare i denti anche se l'osso è "fuori posto".

 

Per finire un omaggio ad alcuni maestri di ortodonzia funzionale:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dr. Rolf Frankel (Repubblica Democratica Tedesca), ideatore dell'attivatore funzionale (1967) a cui ha dato il nome.

La placca ideata nel 1960 dal dr Alberto Cervera di Madrid